Fast o Slow l’importante è fare sex

Fast o Slow l’importante è fare sex

È da poco passato il giorno delle coppie, San Valentino. Perché buttarla sempre sul romantico? Noi del resto ci occupiamo d’istinti. Così, ci siamo chiesti (la domanda è giunta ovviamente dagli uomini) ma quanto durano gli accoppiamenti degli animali? La risposta è da un attimo a metà della propria vita! Ma entriamo nello specifico.

Quelli del club “Breve ma intenso”: meno di 60 secondi

Il più speed è il gatto. È così veloce che per capire se l’accoppiamento è finito, bisogna osservare il comportamento della gatta: se urla, si rivolta di scatto, fa capriole e cerca di picchiare il maschio allora la monta è avvenuta. Un altro animale iscritto al club “breve ma intenso” è lo struzzo. Tra i pochi pennuti ad avere un pene vero e proprio, lo Struthio Camelus ha un’erezione di qualche secondo. Il colpo di fulmine appartiene invece all’argonauta. I maschi, infatti, sono dotati di un tentacolo riproduttivo (dove si sviluppano gli spermatozoi) che si può staccare dal corpo e nuotare verso la femmina, proprio come un dardo. E parlando di organi appuntiti bisogna citare anche le cimici. Sì, anche a me viene un certo prurito a scriverne. E comunque, i maschi posseggono una specie di spina che possono conficcare ovunque nel corpo femminile, trapassandolo: una sorta di iniezione di sperma che entra nell’organismo fino a raggiungere e fecondare le uova. E non ti aspetteresti mai che un altro cattivone super speed è il Carassius auratus, cioè il pesce rosso!

Il maschio rincorre la femmina e la colpisce ripetutamente sul ventre. I colpi stimolano il rilascio delle uova nell’acqua. Le uova sono quindi fecondate dallo sperma emesso successivamente dai maschi; questione di attimi quindi. Al contrario, l’antechino, un marsupiale australiano, si accoppia freneticamente con tutte le femmine disponibili che incontra nella sua foga amorosa, fino a quando, devastato da tanta attività sessuale, muore, ucciso dall’alta percentuale di testosterone in circolo e dallo straordinario sforzo fisiologico. E adesso lui. Il re della savana, il leone. Il suo accoppiamento dura circa 30 secondi, una vergogna. Però, lo fa molto molto frequentemente: anche un centinaio di volte al giorno e per più giorni.

Questione di minuti: 1-30 minuti

Adesso è il turno dei più performanti. Sulla vigoria riproduttiva dei conigli s’è detto molto. Ma forse non sai che l’accoppiamento –in allevamento– avviene introducendo la femmina nella gabbia del maschio. Sì, il maschio preferisce casa propria per portare la monta da pochi secondi a diversi minuti. E poi ci sono loro, gli indefessi Lu Lu e Zhen Zhen, una coppia di panda cinesi. Hanno conquistato un insolito record: un coito da 7 minuti e 45 secondi, un’eternità se confrontato con la media di circa 30 secondi dei panda. Interessante anche l’accoppiamento del gorilla. Dopo un tentativo di corteggiamento che dura 15 minuti, la femmina si pone davanti al maschio e avviene l’accoppiamento. Tornando invece agli animali di casa nostra, i 30 minuti del maiale meritano certamente un applauso. Un altro animale interessante, per quanto riguarda la resistenza è l’alpaca, quello dei maglioni. Il maschio ha un’eiaculazione costante di piccole quantità di seme che introduce nella femmina durante l’atto riproduttivo che può durare fino a 45 minuti.

Chi supera il muro dell’ora

Il primo record dell’ora va al rinoceronte. Rimane avvinghiato alla sua femmina per circa un’ora, durante la quale eiacula una cinquantina di volte. Capisci perché i cinesi credono (sbagliando) che dal suo corno (fatto solo di cheratina) si possa ottenere il rimedio all’infertilità maschile? E poi arriva lui, piccolo e peloso. Nel visone l’accoppiamento dura da 2 a 3 ore. Mentre le femmine di coccinella riescono a copulare fino a 9 ore di fila e i maschi sono in grado di avere 3 orgasmi per ciascuna sessione amorosa, ciascuno della durata di 1h30. Lo fanno per 10 ore consecutive i rospi e gli zibellini; ovvio, ciascuno col proprio partner.

The day after!

Sì, è difficile da accettare. Anch’io non me ne sono fatto ancora una ragione, ma qualche essere vivente riesce a copulare per un giorno intero e anche di più. C’è un insetto, la diapheromera veliei, ad esempio, che rimane avvinta al suo partner ininterrottamente per quasi 6 giorni. Più di lei l’anisomorpha buprestoides con ben 3 settimane. Il record assoluto va invece agli insetti stecco asiatici che a volte copulano per 10 settimane filate: 70 giorni! E poi c’è lui, la plica nearctia; un insettino che vive in tutto 120 ore di cui 56 dedicate a fare l’amore! Applausi!