Sono Tornato

Sono Tornato

MANYMAL (CO)PROTAGONISTA DI SONO TORNATO

Sì, hai letto bene. Manymal, anzi, le nostre magliette sono le protagoniste di Sono tornato. Forse sarebbe meglio dire (co)protagoniste: non vorremmo mai che Frank Matano –il co-protagonista umano del film– se la prendesse. Ma prima di proseguire nella lettura del post, segui queste semplici indicazioni. Se non le seguirai ti spunterà un brufolo proprio in mezzo alla fronte!

Le indicazioni

1. Vai S.U.B.I.T.O. sulla pagina web del cinema più figo a casa tua.
2. Acquista il biglietto del film per giovedì 1 Febbraio, la data di uscita.
3. Lava – asciuga – stira la tua t-shirt Manymal da indossare.
3b. Non hai una maglietta Manymal? Ma che te lo dico a fare! Comprane una qui!
4. Invita tutti i tuoi amici dicendo che hai rivelazioni scottanti sul film!
5. Una volta in sala, attiva le Instagram Stories e tieniti pronto.
6. Non appena Frank Matano appare nel film tu esclama a gran voce: “Ma Frank Matano indossa la mia stessa t-shirt Manymal”.
7. Goditi il film! Adesso, però, riprendi la lettura del post.

Le rivelazioni scottanti di Sono Tornato

Se sei ancora qui significa che sei fedele a Manymal, o almeno lo è il tuo daimon. Ecco quindi i retroscena del film che ci riguardano. Innanzitutto c’è lo zampino del fato. Miss Eleonora Rella –la costumista di Sono Tornato– si trovava in Puglia. Durante una passeggiata, vede nella vetrina di un importante negozio d’abbigliamento una delle nostre magliette. Rimane folgorata. Entra e chiede il nome della marca (ma come Eleonora non ci conoscevi?). In un suo batter di ciglia, la costumista e la nostra nostra direttrice artistica si parlano al telefono. Ecco gli accordi segreti:
– una delle T-shirt avrà il panda con la scritta Good or Bad: giusto per aggiungere un po’ di malizia e ironia alla figura di Mussolini e al fatto che da sempre è un personaggio controverso. Un argomento delicato come una cristalleria. Ecco perché il nostro messaggio entra in punta di piedi. Un particolare creato solo per chi sa leggere “tra le righe”;

– sarà realizzata una grafica ad hoc per il film. Qui hai l’anteprima, ma non condividerla su Instagram, non vorremmo che il regista Luca Miniero si arrabbi. Abbiamo usato la scimmia perché dopo approfondite ricerche s’è scoperto che era l’animale preferito di Mussolini. Neanche a dirlo, quindi, le abbiamo fatto indossare una divisa. Si capisce che il messaggio sottinteso è un po’ allusivo?
– Ultima curiosità: in una scena del film si vede Mussolini –interpretato da Massimo Popolizio– in lavanderia che porta a lavare la divisa aspettandosene una in cambio perché era così che usava fare nella sua prima vita. Neanche a dirlo, rimarrà nudo, ma Frank Matano, nei panni del giornalista Andrea Canaletti, si toglierà la maglietta giusto per non lasciarlo nudo e crudo.

Sì lo sappiamo, da questo post in poi ti tormenterai per decidere quale maglietta Manymal indosserai per l’anteprima. Ma dai che è facile: segui il tuo istinto!